Apollo 13


Houston, abbiamo un problema!

Questa mattina, durante l’assemblea del presbiterio, don Nico Dal Molin ci ha ricordato la storia della missione spaziale Apollo 13. È stata una missione particolarmente difficile, soprattutto per l’incidente che ha messo a rischio la vita degli astronauti.
La vicenda è ricordata però, per l’intraprendenza, la fantasia e la capacità di soluzione di problemi molto importanti che gli astronauti, aiutati dagli ingegneri della base di Houston, sono riusciti a risolvere grazie alle poche cose che avevano a disposizione.

La storia dell’Apollo 13 è stata portata come esempio della situazione ecclesiale che stiamo vivendo. Si tratta evidentemente di una metafora che presenta degli aspetti molto provocatori: anche noi ci troviamo in una situazione difficile, inedita; siamo chiamati a trovare soluzioni nuove con pochi mezzi a disposizione.

Mi chiedo – però – se dobbiamo ridurci ad attendere che la situazione degeneri fino a diventare una situazione di emergenza: sarà solo questa la circostanza che ci spinge a metterci in moto?

Mi chiedo, invece, se non potremmo usare quella intraprendenza, quella inventiva, che hanno dimostrato gli ingegneri e gli astronauti, per prevenire le situazioni di difficoltà, per trovare soluzioni nuove ai problemi che abbiamo già ben presenti, senza attendere che la situazione degeneri fino a diventare una situazione di emergenza.

Mi chiedo cosa ci impedisca di ritenere sensato investire delle energie, delle risorse economiche, degli spazi per la formazione, per preparare un futuro ecclesiale che, ormai, evidentemente ci attende.

Houston, abbiamo un problema!

L’impressione, invece, è che noi tendiamo a preferire l’inazione, come se pensassimo che le cose si risolvano da sole… Ma ci troviamo sempre più stanchi, con sempre meno ossigeno, sempre più incapaci di trovare soluzioni intelligenti per i problemi che abbiamo di fronte.

Questi tre giorni che trascorriamo insieme con il presbiterio, potrebbero rappresentare una buona occasione per guardare avanti e per fare dei piccoli passi verso quelle soluzioni intelligenti che la nostra Chiesa ha bisogno di trovare per affrontare il futuro che la attende. Dipende anche da noi.

Houston, abbiamo un problema!

Pubblicato da tecnodon

Prete cattolico ed educatore Parroco a Santarcangelo e Assistente AGESCI

One thought on “Apollo 13

  1. Condivido in pieno. Speriamo di essere ancora sull’apollo 13, a volte la sensazione è di stare sul Titanic.
    Un caro augurio di buon lavoro e che sia fecondo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Parrocchia Santarcangelo

San Michele Arcangelo

COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

Blog di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA - Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa MISSIONARY ONGOING FORMATION - A missionary look on the life of the world and the church

Simone Modica

Photography

SantaXColombia

La Compagnia senz'anello

rigantur mentes

La rosa è senza perché: fiorisce perché fiorisce, a se stessa non bada, non chiede d’esser veduta. (A. Silesio)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: