Vi aspettiamo a Santarcangelo!

famiglia

Ormai contiamo le ore che ci separano dall’abbraccio con la famiglia di Sheick Abdo (nella foto scattata oggi pomeriggio in Libano).
In questi giorni Alberto Capannini, dell’Operazione Colomba, è volato in Libano per curare gli ultimi dettagli della partenza, anticipata a domani notte. Insieme con un centinaio di altre persone, partiranno da Beirut alla volta di Roma attraverso il Corridoio umanitario organizzato dalla Comunità di sant’Egidio e da altre organizzazioni che da tre anni collaborano insieme.
Venerdì, nel pomeriggio, contiamo di accogliere a Santarcangelo questa famiglia che dal 2012 vive in un campo profughi del Libano, dopo essere fuggiti dalla violenza della guerra in Siria. Come si vede dalla foto, la famiglia è composta da cinque membri (papà, mamma, nonna e due bambini; la mamma è in attesa un terzo figlio).

WhatsApp Image 2018-11-28 at 11.54.28

Oggi ci siamo scambiati alcuni video di saluto (che purtroppo non riesco a pubblicare su questo sito); vi pubblico qui sotto la traduzione audio che Alberto mi ha inviato portando i saluti di Sheick Abdo alla nostra comunità.

Questa accoglienza è nata velocemente, dall’assemblea del 13 novembre scorso, dopo che è stato negato il visto di ingresso ad Aiman, il giovane che attendevamo da questa estate. Come è ben spiegato su Il Ponte della scorsa settimana (grazie Roberta), la situazione è mutata e ci è stato richiesto di accogliere con urgenza questa famiglia… e ancora una volta abbiamo detto sì.

Perché abbiamo detto questo nuovo si?
– perché ci è stato chiesto da persone che conosciamo e stimiamo;
– perché non è un’iniziativa partita da noi e – da credenti – vi riconosciamo una richiesta che viene da Dio;
– perché c’era una disponibilità concreta all’accoglienza che si era creata e che non si poteva disperdere;
– perché crediamo che il Signore, con questa accoglienza, cambierà la nostra vita in meglio, proprio mentre ci farà sentire la nostra inadeguatezza e la nostra incapacità di risolvere tutti i problemi;
– perché di fronte al conflitto in Siria vogliamo dire ai nostri figli che abbiamo fatto qualcosa, anche poco; che ci abbiamo provato a non rimanere indifferenti;
– perché questa famiglia in particolare, con la storia che ha vissuto e il suo particolarissimo impegno di costruzione della pace, ci aiuterà a riconoscere come possiamo anche noi impegnarci a costruire la pace.

Cosa possiamo fare concretamente?
pregare intensamente perché l’impresa è decisamente al di sopra delle nostre forze umane e perché l’incontro con la sofferenza non ci scandalizzi; questo lo possiamo fare tutti;
– dare la nostra disponibilità semplicemente, per il tempo che abbiamo e per quello che siamo capaci a fare, per aiutare questa famiglia ad introdursi nella nostra realtà cittadina (spesa quotidiana, giri burocratici, questioni sanitarie, … questioni logistiche);
contribuire economicamente a questa accoglienza, considerando che tutte le spese saranno a carico della nostra parrocchia, perché con la formula dei corridoi umanitari l’intervento dello Stato si limita a alla concessione dei documenti per l’ingresso nel nostro Paese.

Per chi avesse disponibilità di tempo e si volesse mettere a disposizione è possibile contattare Francesca (3394148592) Nicoletta (3487627588) Mara (3332579096).

Chi volesse contribuire economicamente, può farlo direttamente in segreteria parrocchiale, oppure versando sul conto dedicato a questo progetto, intestato alla Parrocchia San Michele Arcangelo  IT74Q 0538 7680 2000 0002 9519 35 .

Intanto, come Maria, ci prepariamo a dire in anticipo il nostro Magnificat, per contemplare l’opera che Dio compirà nonostante la nostra pochezza e grazie alla nostra povertà.

Pubblicato da tecnodon

Prete cattolico. Formatore in seminario ed Assistente AGESCI

3 pensieri riguardo “Vi aspettiamo a Santarcangelo!

I commenti sono chiusi.

Centoquarantadue

Siamo in due, ci divertiamo a condividere i pensieri e a trasformarli in parole

The Starry Ceiling

Cinema stories

Inquietudine Cristiana

«Quando il Figlio dell'uomo verrà, troverà la fede sulla terra?»

Simone Modica

Photography, Travel, Viaggi, Fotografia, Trekking, Rurex, Borghi, Città, Urbex

SantaXColombia

La Compagnia senz'anello

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: