In costa – sesta tappa

Oggi camminata tranquilla e piacevole in costa. Lascio Groppallo alle 8 mentre stanno allestendo le bancarelle della fiera della torta di patate. La camminata si svolge senza dislivelli significativi: questa è una tappa riposante!

Arrivo a Bardi alle ore 13.30. Visito la chiesa aperta che custodisce una pala del Parmigianino (in restauro), pranzo e attendo un’ora decente per suonare in parrocchia dove sarò accolto questa sera: finalmente una accoglienza pellegrina.

Incontro don Luigi parroco di Bardi. Una bella figura di prete; uno di quei parroci a tutto tondo. Un uomo del Concilio solido e intelligente. Mi accoglie nel suo ufficio sulle cui pareti sono esposte fotografie di lui su diverse vette alpine. Mi racconta della sua passione per la montagna. Mi dice molte cose di questa parrocchia che fa parte di una unità pastorale che comprende tutto il comune di Bardi e che si estende per trenta chilometri. Collabora con due preti ottantenni che sono parroci in altre piccole parrocchie del comune. Mi da, infine, molte informazioni utili sul cammino che mi attende domani, per me l’ultima tappa (33 chilometri).

Nel pomeriggio visito il castello di Bardi, il secondo più importante sul piano nazionale (non so quale sia il primo, ma la guida è certa!). Si gode un bellissimo panorama sulla valle e sul paese.

Alle 18 partecipo alla messa in parrocchia, nell’antica chiesa di san Giovanni.

Per cena don Luigi mi invita in pizzeria. Dialogo bello e fraterno; condividiamo alcune passioni e preoccupazioni pastorali, ci confrontiamo su alcune esperienze ecclesiali… insomma una bella serata. Ci salutiamo abbracciandoci; io domattina parto molto presto. Lo invito a Santarcangelo. Ambedue siamo grati per questo incontro. Anche questa è la strada e il pellegrinaggio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

rigantur mentes

La rosa è senza perché: fiorisce perché fiorisce, a se stessa non bada, non chiede d’esser veduta. (A. Silesio)

Mio fratello Aiman

Da Homs a Santarcangelo, progetto di accoglienza attraverso i Corridoi Umanitari

Una (P)parola condivisa

Condivisioni sulla Parola quotidiana e domenicale

ilbiancospino

poesia in foto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: