SE QUESTA E’ UMANITA’

confine-tra-Tunisia-e-Libia-AeM-cover-77

Oggi mi è arrivato il numero di dicembre di “Proposta educativa“, la rivista dei capi scout dell’AGESCI ed ho trovato un articolo molto bello e molto tosto di Marco Gallicani sul tema dell’immigrazione.

Lo condivido qui sotto perché l’autore ci aiuta a ricordare alcuni elementi fondamentali del fenomeno migratorio che stiamo vivendo e, soprattutto, il fatto che dentro di noi è si è spezzato qualcosa che ci impedisce di essere semplicemente umani.

Leggetelo per favore: non è solo per i capi scout.

articolo PE12-2017

Una Risposta

  1. Purtroppo è profondamente vero…ma sta a noi essere promotori del cambiamento! Mi e’ sempre piaciuta la conclusione de “Le città invisibili” di Italo Calvino (libro profetico, che consiglio a chi non l’ha letto!): “L’inferno dei viventi e’ qui in mezzo a noi. L’unico modo per sfuggirgli e’ trovare ciò che non è inferno, e dargli spazio, e farlo crescere…” Questo è il mio augurio x il 2018: che riusciamo a rendere il nostro mondo un po’ meno “infernale” e un po’ più UMANO!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

rigantur mentes

La rosa è senza perché: fiorisce perché fiorisce, a se stessa non bada, non chiede d’esser veduta. (A. Silesio)

Mio fratello Aiman

Da Homs a Santarcangelo, progetto di accoglienza attraverso i Corridoi Umanitari

Una (P)parola condivisa

Condivisioni sulla Parola quotidiana e domenicale

ilbiancospino

poesia in foto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: