Famiglia necessaria… alla fede

background-1495438492

La famiglia è una realtà che precede il Vangelo e l’incarnazione del Verbo.
La Bibbia la pone come realtà primordiale appartenente all’ordine della creazione.

Gesù nasce in una famiglia che non è necessaria solamente sul piano strettamente funzionale, ma anche per la sua educazione alla fede. 

Anche per noi la famiglia è necessaria per il nostro cammino di fede.
Ci sono due cose essenziali che, normalmente, si imparano fin da piccoli nella famiglia: l’obbedienza e la fraternità.

In famiglia si impara l’obbedienza fiduciale verso i genitori: obbedisco ai miei genitori perché so che mi amano e mi chiedono ciò che è bene per me. Imparare questa obbedienza è fondamentale, anche con le sue fatiche e lotte adolescenziali.
Si tratta della stessa obbedienza nella fede che sono chiamato a vivere verso Dio, quel Dio che – ascoltando il Vangelo – scopro come un Padre che mi ama e mi invita a vivere la sua volontà, un cammino di piena e gioiosa realizzazione della mia vita, importante presidio contro l’autoreferenzialità e il narcisismo, atteggiamenti tipici dell’empio.

In famiglia impariamo anche la fraternità che, a differenza dell’amicizia elettiva, mi chiede di relazionarmi e di amare persone che non mi sono scelto, ma che, provvidenzialmente, mi sono state poste accanto.
Imparare la fraternità in famiglia è una grande opportunità per poter vivere relazioni fraterne con altri uomini e donne che il Signore mi pone accanto sul cammino della mia vita.

Obbedienza e fraternità: anche Gesù le ha imparate in famiglia e le ha fatte diventare i pilastri del suo Vangelo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

rigantur mentes

La rosa è senza perché: fiorisce perché fiorisce, a se stessa non bada, non chiede d’esser veduta. (A. Silesio)

Mio fratello Aiman

Da Homs a Santarcangelo, progetto di accoglienza attraverso i Corridoi Umanitari

Una (P)parola condivisa

Condivisioni sulla Parola quotidiana e domenicale

ilbiancospino

poesia in foto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: