#ognunovale

mpg

Per contrastare la tentazione dell’indifferenza, scendiamo in strada, in un luogo scomodo, e camminiamo insieme, in silenzio, per ricordare che #ognunovale, che non è accettabile che qualcuno muoia nell’anonimato e tanto meno nell’indifferenza.

In una cultura in cui la morte è diventata solo uno spettacolo emozionante, noi vogliamo dire che #ognunovale, che non c’è una vita che possa essere scartata, che non c’è nessuno di cui si può dire che se muore è lo stesso o che se l’è meritato.
Maria Pia ha vissuto il suo ultimo tempo qui a #Santarcangelo, rifugiata in una struttura della stazione della nostra città. Le circostanze della sua morte sono ancora oscure, ma quali che siano, noi non vogliamo pensare che la cosa non ci riguardi.

Ora non possiamo fare più nulla per Maria Pia, ma perché la sua morte non resti inutile, oltre che insensata, vogliamo uscire per strada per dire – con il nostro silenzio – che, come uomini e donne, non possiamo pensare che possa essere normale un mondo in cui una persona muore e nessuno se ne accorge; e vogliamo dire a noi stessi per prima cosa, che possiamo – da domani – alzare un po’ di più lo sguardo per incrociare gli occhi di coloro che provano a domandarci aiuto, di coloro che chiedono di essere riconosciuti semplicemente come essere umani, portatori di una dignità che viene prima di ogni status giuridico, di ogni stato di salute, di ogni età e di ogni condizione, perché #ognunovale.

Non abbiamo la presunzione di essere persone buone – tanto meno più buone di altri -, come non abbiamo la pretesa di risolvere tutti i problemi … abbiamo però l’esigenza di commuoverci, per dire a noi stessi e agli altri che siamo vivi, che siamo uomini e che sappiamo riconoscere con semplicità gli altri uomini e la loro sostanziale dignità.
Riporto il memorabile testo pronunciato dal Papa a Lampedusa nella sua prima uscita…

Ma io vorrei che ci ponessimo una terza domanda: «Chi di noi ha pianto per questo fatto e per fatti come questo?», chi ha pianto per la morte di questi fratelli e sorelle?
Chi ha pianto per queste persone che erano sulla barca?
Per le giovani mamme che portavano i loro bambini?
Per questi uomini che desideravano qualcosa per sostenere le proprie famiglie?
Siamo una società che ha dimenticato l’esperienza del piangere, del “patire con”:
la globalizzazione dell’indifferenza ci ha tolto la capacità di piangere! (…)

Questo il comunicato della città di Santarcangelo:

Una camminata civica per le vittime dell’indifferenza
Venerdì 2 dicembre la città di Santarcangelo
ricorda la 19enne di Misano trovata morta alla stazione.
Partenza alle ore 18 da piazza Ganganelli

Sarà un corteo silenzioso quello che venerdì prossimo, 2 dicembre, cercherà di stimolare l’attenzione sulle vittime dell’indifferenza. E che ricorderà Maria Pia Galanti, la 19enne di Misano, il cui corpo èstato ritrovato senza vita il 24 ottobre scorso in un container della stazione di Santarcangelo. La camminata civica partirà alle ore 18 da piazza Ganganelli e percorrerà viale Mazzini fino alla stazione, dove è previsto un momento di raccoglimento alla presenza dei rappresentanti delle istituzioni civiche e religiose.

Per il sindaco Alice Parma e don Andrea Turchini della Chiesa Collegiata, la città di Santarcangelo non vuole e non può dimenticare questo tragico avvenimento a prescindere dalle cause della morte della ragazza, e vuole quindi riportare al centro dell’attenzione la vicenda di Maria Pia con una camminata civica aperta a tutti che partirà dalla piazza principale alle ore 18.

Santarcangelo, 28 novembre 2016

L’Ufficio stampa

2 Risposte

  1. I miei pensieri e il mio cuore ogni sera,mentre scivolo al caldo del mio letto , vanno a tutti coloro che devono patire quello che non so neanche immaginare. Non potrò esserci causa infortunio. Accendero’ una candela.

  2. Ciao don. Non ho avuto occasione di dirtelo prima, ma grazie per questo gesto così coraggioso e importante. Grazie per aver difeso la memoria e la dignità di Maria PIa. Molti dei “miei”ragazzi la conoscevano, questo Natale non ho potuto fare a meno di pensarla e portarla nel cuore e nelle mie preghiere. Non rassegniamoci all’indifferenza, perchè #ognunovale. Grazie di cuore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

rigantur mentes

La rosa è senza perché: fiorisce perché fiorisce, a se stessa non bada, non chiede d’esser veduta. (A. Silesio)

Mio fratello Aiman

Da Homs a Santarcangelo, progetto di accoglienza attraverso i Corridoi Umanitari

Una (P)parola condivisa

Condivisioni sulla Parola quotidiana e domenicale

ilbiancospino

poesia in foto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: