Combattere, comunicare, curare

lambiasi

Nella festa di san Michele Arcangelo, patrono della parrocchia e della città di Santarcangelo, il Vescovo di Rimini, mons. Francesco Lambiasi, ha presieduto l’eucaristia nella chiesa Collegiata. Ricordando i tre arcangeli Michele, Gabriele e Raffaele, il Vescovo ci ha consegnato tre verbi di grande attualità: combattere, comunicare e curare.

La figura di san Michele ci rimanda all’esigenza del combattimento, non contro nemici umani, ma soprattutto contro i pregiudizi che ritroviamo in noi: il pregiudizio della violenza come via per la risoluzione dei problemi e dei conflitti, il pregiudizio del denaro come legge suprema della realtà, il pregiudizio del sesso come fattore determinante del comportamento umano. A fronte di un’epoca passata in cui questo tema del combattimento e della lotta era fin troppo enfatizzato, oggi ci troviamo in una situazione in cui poco si parla dell’esigenza del combattimento contro il male. Combattere è un’esigenza del cristianesimo.

La figura di san Gabriele ci rimanda alla bella possibilità che ci è data di comunicare; egli è colui che reca le belle notizie di Dio, ministero che anche noi, in questo tempo, siamo chiamati a vivere. Abbiamo tanto da comunicare e non possiamo auto-relegarci al mutismo.

La figura di san Raffaele ci rimanda al dovere della cura; contro la mentalità di Caino che di fronte a Dio si schermisce, dichiarando di non essere custode del fratello, noi siamo invitati a prenderci cura di coloro che il Signore o la provvidenza ci affidano. Il richiamo del Vescovo è andato ai tanti profughi che domandano accoglienza e tra loro, in particolare, ai minori non accompagnati che vivono il doppio trauma dell’esodo e della morte o dispersione dei genitori. Si potranno trovare famiglie che li accolgano in un affidamento temporaneo? che possano garantire per loro un contesto umano e caldo oltre le strutture di emergenza? Di chi noi siamo chiamati ad avere cura se non dei più piccoli e dei più fragili?

Combattere, comunicare e curare. I tre verbi angelici che oggi ci sono stati consegnati.

Pubblicato da tecnodon

Prete cattolico. Formatore in seminario ed Assistente AGESCI

Centoquarantadue

Siamo in due, ci divertiamo a condividere i pensieri e a trasformarli in parole

The Starry Ceiling

Cinema stories

Inquietudine Cristiana

«Quando il Figlio dell'uomo verrà, troverà la fede sulla terra?»

Simone Modica

Photography, Travel, Viaggi, Fotografia, Trekking, Rurex, Borghi, Città, Urbex

SantaXColombia

La Compagnia senz'anello

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: