Ero straniero e non mi avete accolto

pasqua 2016

Questa immagine è stata pubblicata sul Ponte di questa settimana nella pagina autogestita da Caritas e Migrantes e mi è piaciuta molto. Non so chi sia l’autore di questa icona, ma mi sembra che abbia espresso un contenuto molto forte. Il soggetto è evidente: è Gesù risorto con i segni della passione  ben evidenti sulle mani; gli occhi sono quelli a cui siamo abituati dalla contemplazione di tante icone, così il nimbo crociato che circonda il suo capo e l’abbreviazione del suo nome in greco: tutto come nelle icone del Pantocratore a cui siamo abituati.

Ma invece delle vesti regali, porta una t-shirt bianca e ci guarda, guarda coloro che stanno davanti a lui da dietro una barriera di filo spinato come le tante che sono state innalzate alle frontiere dei paesi europei. Le icone non fanno la morale, ma invitano alla contemplazione del mistero di Dio… questa volta un mistero di passione, tipico di questi giorni pasquali.

La morale potremmo però farla noi … ma prima di farla agli altri occorre che ci lasciamo colpire personalmente dall’immagine di questo volto che ci guarda e ci domanda di guardarlo negli occhi per dirgli che non ha diritto di essere accolto, che deve rimanere al di là di quel muro di filo spinato perché non siamo in grado di ospitarlo: abbiamo già troppi problemi e non ci possiamo fare carico di lui …

Non sarà un caso se questa sera – giovedì santo 2016 – Papa Francesco celebra la messa nella Cena del Signore  in un C.A.R.A. alla periferia di Roma e lava i piedi a dei profughi, uomini e donne di diversi paesi e diverse religioni. Non sarà un caso se nella Via Crucis di domani il Papa, guidato dalle meditazioni del vescovo di Perugia, ci inviterà a riflettere sul dramma dei poveri e dei rifiutati di questo tempo.

Non sarà un caso …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

rigantur mentes

La rosa è senza perché: fiorisce perché fiorisce, a se stessa non bada, non chiede d’esser veduta. (A. Silesio)

Mio fratello Aiman

Da Homs a Santarcangelo, progetto di accoglienza attraverso i Corridoi Umanitari

Una (P)parola condivisa

Condivisioni sulla Parola quotidiana e domenicale

ilbiancospino

poesia in foto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: